diritto di famiglia

La lavoratrice madre può rifiutare il trasferimento

La parità dei diritti tra i sessi in ambito lavorativo si estende anche all’eventuale trasferimento della neomamma in una filiale diversa da quella nella quale lavorava in precedenza. A stabilirlo è la sezione lavoro della Corte di Cassazione, che con la sentenza n. 15435 del 26 luglio 2016 ha stabilito che il licenziamento della dipendente sulla base del rifiuto del trasferimento è illegittimo.

Avvocato diritto del lavoro perugia

© 2016 Studio Legale Polenzani - Brizzi, via Angelo Blasi 32 06129 Perugia / - P. IVA 02785660545 / Informativa privacy / Informativa cookie

Se hai domande contattaci su WhatsApp