– Che cos’è la prescrizione di un diritto?

Prescrizione sinistro stradale

Che cos’è la prescrizione di un diritto? – Torna all’indice ^

Per prescrizione si intende la perdita di un diritto in conseguenza del mancato esercizio dello stesso entro il termine previsto dalla legge; per la maggior parte dei diritti, il termine di prescrizione è fissato dalla legge in 10 anni, ma vi sono delle eccezioni, tra le quali
annoveriamo il risarcimento danni per incidenti stradali, il cui termine massimo per esercitare i propri diritti è di due anni.
Al fine di evitare che possa maturare la prescrizione, l’utente rimasto coinvolto in un sinistro di cui non si ritiene responsabile (in tutto o in parte), entro 2 anni dalla data dell’incidente, dovrà inviare all’assicurazione competente per il risarcimento una formale richiesta risarcitoria.

Tale diffida è consigliabile sia redatta da un avvocato, che la recapiterà all’assicurazione attraverso lettera raccomandata A/R oppure tramite PEC.

prescrizione sinistro stradale

Eccezioni alla prescrizione biennale: esistono dei casi in cui non opera? – Torna all’indice^

Tra queste, assume particolare rilievo l’ipotesi in cui il fatto che ha cagionato il sinistro stradale integri gli estremi di un reato; si pensi, ad esempio, al caso in cui uno degli automobilisti coinvolti nel sinistro sia deceduto o abbia riportato lesioni personali.

In tali casi, se per quel reato la legge penale contempla un termine di prescrizione superiore a 2 anni, questo si applicherà anche all’azione civile di risarcimento del danno.
richiedi un appuntamento

Domande frequenti – Torna all’indice ^

Come calcolare il risarcimento danni da incidente stradale?
Il calcolo del risarcimento dipende da diversi fattori, tra cui il tipo di incidente, la gravità dei danni e delle lesioni eventualmente subite, nonché eventuali circostanze attenuanti o aggravanti.

Per stabilire l’entità del risarcimento, è importante valutare accuratamente la documentazione relativa al sinistro e al danno subito.

Se necessario è possibile rivolgersi a un legale per chiedere assistenza nella determinazione dell’ammontare del risarcimento.

Cosa sono i termini di prescrizione?
La prescrizione è un termine generico applicato a quasi tutte le controversie legali, ma i termini di prescrizione per i sinistri stradali possono variare in base allo stato.

In genere, la prescrizione inizia dal momento del sinistro o della scoperta dei danni, anche se ci possono essere alcune eccezioni. In Italia, la legge prevede un periodo di prescrizione di tre anni da quando si verifica il sinistro stradale.

Se il tempo limite per presentare domanda viene superato, chi ha subito danni sarà incapace di ottenere alcuna ricompensa economica per i danni subiti.

Qual è la prescrizione nel ramo danni?
La prescrizione nel ramo danni fa riferimento all’obbligo di presentare una richiesta di risarcimento entro un determinato lasso di tempo a partire dalla data dell’evento o della nascita del diritto. Il periodo di prescrizione varia a seconda del tipo di sinistro stradale e delle leggi applicabili al caso specifico.

Ad esempio, in Italia, la legge 392/78 stabilisce che per i sinistri avvenuti su strada, la richiesta di risarcimento deve essere effettuata entro 5 anni dal momento dell’incidente.

Per i sinistri previsti dalla legge italiana sulla responsabilità civile per i danni provocati a persone e cose, la prescrizione è pari a 10 anni a decorrere dal giorno in cui il soggetto ha subito il danno.

Qual è il termine di prescrizione previsto nel contratto di assicurazione RC?
In generale, la prescrizione dei sinistri stradali è di 10 anni a decorrere dalla data del sinistro, ma esistono alcune eccezioni.

Ad esempio, alcune compagnie assicurative possono richiedere un termine più breve, come 5 anni per i risarcimenti su veicoli a motore e 3 anni per le lesioni personali.

Per conoscere il termine di prescrizione previsto nel proprio contratto di assicurazione RC, è consigliabile leggere attentamente i termini e le condizioni del contratto e contattare la compagnia assicurativa per ulteriori informazioni.

Come interrompere prescrizione sinistro stradale?
Dipende dalle circostanze specifiche del caso, in generale, la prescrizione può essere interrotta in due modi: con l’invio di una raccomandata con avviso di ricevimento da parte della vittima o con il deposito di un atto giudiziario.

La prima opzione è più veloce e semplice, ma l’atto giudiziario è più efficace nel bloccare la prescrizione, poiché fornisce una prova scritta che afferma che il processo è in corso.

Sebbene sia necessario contattare l’altra parte per inviare una raccomandata, non è necessario attendere una risposta prima di presentare un atto giudiziario.

Entrambe le opzioni costituiscono un’interruzione efficace della prescrizione e dovrebbero essere considerate come tali quando si cercano soluzioni al proprio sinistro stradale.

Cosa succede alla prescrizione se il danno deriva da un fatto considerato reato penale?
La prescrizione dei danni derivanti da un sinistro stradale può essere influenzata se il fatto è considerato reato penale.

In questo caso la prescrizione non si applica alla sua totalità, ma l’azione risarcitoria può essere esercitata fino al decimo anno successivo alla sentenza definitiva di condanna.

Ciò significa che il termine di prescrizione decade unicamente per quanto riguarda la parte di danno non ancora riparata alla data della sentenza e non si applica al residuo.

Inoltre, se il tribunale ha disposto l’obbligo del risarcimento, la prescrizione sarà sospesa fino a quando non sia stata eseguita la sentenza medesima.

Assistenza legale alle Imprese

Informazioni sull'Autore

Avv. Antonio Polenzani

Ha maturato particolare esperienza, conseguendo importanti risultati tanto in sede giudiziale quanto in sede stragiudiziale, nel settore del Risarcimento Danni Sinistro Stradale, tutelando gli interessi del cliente e cercando di ottenere il giusto risarcimento in funzione dei danni realmente subiti.

Chiamaci per un appuntamento
 

Puoi usufruire dei nostri servizi di consulenza anche in video-chiamata.

Alcuni approfondimenti in ambito Risarcimento danno da incidente stradale

'); }); });