ricostruzione carriera prescrizione

Una sentenza del Tribunale di Macerata

Il Tribunale del Lavoro di Macerata ha emesso un’interessante sentenza nei confronti di una docente di scuola primaria che richiedeva il diritto della ricostruzione della carriera, diritto non riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione.
Il Ministero dell’Istruzione ha motivato le ragioni dell’opposizione prima di tutto perchè la docente in questione non avrebbe mai presentato la richiesta di ricostruzione carriera e in secondo luogo perchè essendo trascorsi dieci anni da quando era possibile presentare domanda, questo diritto era caduto in prescrizione.

Il diritto di ricostruzione non va in prescrizione

Il giudice del Lavoro di Macerata ha rigettato la tesi del Ministero dell’Istruzione poiché per giurisprudenza consolidata in Cassazione, l’anzianità di servizio del lavoratore, presupposto per il conseguimento di diritti quali gli scatti di anzianità, si configura un mero fatto giuridico, che non ricade sotto il regime della prescrizione.
Nella sentenza il Tribunale del Lavoro ha condannato il Ministero ad emanare il decreto di ricostruzione di carriera in favore della docente che ha presentato ricorso; in questo decreto dovranno essere inclusi tutti gli anni di servizio utili alla carriera, quindi anche gli anni di servizio a tempo determinato, e a riconoscere le differenze stipendiali per il periodo pregresso nei limiti della prescrizione quinquennale.

© 2016 Studio Legale Polenzani - Brizzi, via Angelo Blasi 32 06129 Perugia / Telefono: 075 3724222 - Email: globallex@gmail.com - P. IVA 02785660545