dalla comunione alla separazione dei beni

La decisione di passare dalla comunione alla separazione dei beni si verifica, sempre più spesso, quando i coniugi decidono di avviare la procedura di separazione personale.

Quando si contrae matrimonio i coniugi che non optano per alcun regime patrimoniale automaticamente decidono per il regime di comunione dei beni.

E’ possibile modificare tale regime patrimoniale recandosi da un notaio.

Occorre innanzitutto l’accordo dei coniugi di voler modificare il regime patrimoniale: difatti, è impossibile che uno dei due proceda ad attivare questa operazione all’insaputa dell’altro, il quale ne deve essere informato.

Quali sono i passi da seguire?

A questo punto il notaio provvede, alla presenza di due testimoni, a redigere l’atto notarile nel quale va ad inserire la volontà dei coniugi di voler trasformare il proprio regime patrimoniale passando dalla comunione alla separazione.

Il notaio provvederà,poi, a far annotare tale scelta sull’atto di matrimonio in modo che sia opponibile a tutti, compresi i creditori. Se sussistono i presupposti, tale passaggio comunione – separazione dei beni deve essere annotato a margine della trascrizione effettuata nei registri immobiliari e dei beni mobili registrati.


Link alla fonte: leggioggi.it

© 2016 Studio Legale Polenzani - Brizzi, via Angelo Blasi 32 06129 Perugia / Telefono: 075 3724222 - Email: globallex@gmail.com - P. IVA 02785660545