Avvocato matrimonialista Perugia

studio legale perugia

avvocati a perugia

S
ono tantissimi i quesiti che possono essere formulati sulle competenze e sull’ambito di operatività di un legale specializzato nel diritto di famiglia che si occupa di separazioni, divorzi, etc.
Scopriamo in questa guida quali sono le competenze e l’ambito di operatività di un avvocato matrimonialista e come richiedere una Consulenza personalizzata.

Avvocato matrimonialista a Perugia: chi è questo professionista specializzato nel diritto di famiglia?

Tra le tante specializzazioni legali più richieste e ricercate sul web spunta la figura dell’avvocato matrimonialista.

La domanda dinamica per questo professionista è legata al boom di divorzi che aumentano di anno in anno.

Da attuali studi e ricerche sociologiche, è emerso che il numero di divorzi in Italia è di circa 80.000 all’anno, e a separarsi sono soprattutto le coppie giovani.

Gli utenti in crisi coniugale cercano costantemente il parere e la consulenza legale di un avvocato matrimonialista per chiarirsi le idee in merito a come procedere nel caso in cui si vada avanti nella decisione di sciogliere il vincolo matrimoniale.

E, molte donne si rivolgono ad un avvocato matrimonialista per avere informazioni su come ottenere l’assegno di mantenimento dopo la separazione ed il divorzio.

Molti clienti, in merito alla richiesta di un parere legale, si chiedono quanto costa divorziare.

Pertanto, farsi assistere da un buon consulente esperto e specializzato nella branca del diritto civile riguardante il diritto di famiglia (il divorzio è disciplinato nell’art. 149 c.c.), aiuta a rendere meno traumatico e problematico lo scioglimento del vincolo coniugale.

Tenendo conto del fatto che molte questioni di diritto familiare sfociano in procedimenti penali, l’avvocato matrimonialista deve possedere competenze anche in materia di diritto penale.

Competenze Avvocato matrimoniale: un esperto in diritto di famiglia e psicologia

Oltre ad essere un avvocato specializzato nel diritto di famiglia, negli ultimissimi tempi si dibatte molto sulla possibile introduzione di un codice etico o deontologico.

Si discute sul fatto che lo stesso avvocato matrimonialista debba acquisire tutta una serie di competenze e di conoscenze che non sono solo legate alla sfera meramente legale, ma coinvolgono anche altri campi e settori come la pedagogia (per le questioni che riguardano i diritti dei minori), la psicologia e la mediazione familiare.

Questa multidisciplinarità e complessità dei campi in cui si trova spesso ad intervenire, fa sì che l’avvocato matrimonialista suggerisca al proprio cliente assistito di intraprendere i migliori percorsi ritenuti utili per superare i conflitti e le problematiche che possono insorgere a seguito di una crisi familiare.

L’articolo 56 del nuovo Codice Deontologico Forense ha introdotto il tema dell’ascolto del minore da parte degli avvocati.

I quesiti che vengono rivolti ad un minore da parte di un avvocato matrimonialista potrebbero avvalorare la tesi difensiva del genitore assistito.

È facile in queste situazioni di crisi matrimoniale catapultare il minore in una realtà drammatica, teatro delle liti dei genitori.

L’obiettivo prioritario è quello di preservare la serenità del minore e di tenerlo estraneo dalle vicende giudiziarie che coinvolgono la fine del vincolo coniugale dei genitori.

Tali comportamenti hanno fatto sì che molti Consigli dell’Ordine si siano attivati per sanzionare tale comportamento.

Avvocato matrimonialista o divorzista: quali sono le differenze?

Si sente spesso parlare di avvocato matrimonialista e di avvocato divorzista, ma quali sono le differenze? Sono la stessa cosa? Entrambi specializzati nel diritto della famiglia, è possibile richiedere un parere legale ad un avvocato matrimonialista e ad un avvocato divorzista per tutte le fattispecie legali che attengono alla sfera familiare e per tutte le questioni attinenti al matrimonio.

In ogni caso, sarebbe eccessivamente riduttivo limitare le competenze dell’avvocato divorzista ai soli casi di divorzio.

Parere legale: quando richiederlo?

Ecco le fattispecie in cui è necessario richiedere il parere legale ad un avvocato matrimonialista:

• tutela dei diritti della persona e dei minori, adozioni, donazioni e successioni,
• redazione di accordi matrimoniali, imprese di famiglia,
• riconoscimento e disconoscimento di paternità,
• addebito della separazione,
• la costituzione di trust e fondi patrimoniali,
• affidamento dei figli minori, mantenimento,
• stalking familiare
• ordini di protezione ed allontanamento in casi di molestie o abusi in famiglia.

Come si può ben comprendere, l’avvocato matrimonialista ha a che fare con una materia ampia, eterogenea, complessa ed in continua evoluzione sotto il profilo normativo. Per questo, ogni cliente in crisi familiare deve affidarsi ad un valido avvocato matrimonialista specializzato sì in diritto da famiglia, ma che sappia offrire una consulenza olistica a 360 gradi. Ecco perché i più autorevoli studi legali specializzati in diritto di famiglia si avvalgono della collaborazione di validi professionisti (Mediatori familiari, Psicologi e Psicoterapeuti, Notai, Dottori Commercialisti, Investigatori privati, Consulenti del Lavoro, Neuropsichiatri infantili, etc.).