– Quando il debitore è inadempiente il creditore può procedere mediante il ricorso per decreto ingiuntivo.

Ricorso per decreto ingiuntivo

Ti trovi in: Home = Studio legale recupero crediti = Ricorso per decreto ingiuntivo

Quando il debitore è inadempiente il creditore può procedere mediante il ricorso per decreto ingiuntivo. Secondo l’articolo 633 e ss. del c.p.c. si tratta di un procedimento speciale (differente dal ricorso ordinario) il cui scopo è quello di accelerare i tempi per un eventuale pignoramento.

Non tutti i crediti possono costituire presupposto per un decreto ingiuntivo. Secondo la legge si può procedere:

  • per somme di denaro
  • per quantità determinate di beni fungibili
  • per la consegna di una cosa mobile determinata
  • per il pagamento di onorari da parte dei professionisti
  • per ottenere una controprestazione o l’adempimento a seguito del verificarsi di una condizione

Alla notifica del decreto il debitore può:
– eseguire immediatamente la prestazione,
– in caso di somme di denaro può chiederne la rateizzazione,
– può opporsi al decreto con atto di citazione presso l’ufficio giudiziario che ha emesso il decreto.

Se l’inadempimento dovesse persistere il decreto di ingiunzione legittima il creditore a procedere con l’esecuzione forzata.

Richiesta info e appuntamenti

Richiesta consulenza legale

Informativa trattamento dati

11 + 5 =

Recapiti
Via Angelo Blasi 32
06132 Perugia (PG)
Tel: +39 075 3724222
Email: [email protected]